E oltre 600 bambini per Biol Kids –

Gli extravergini ita

Premio Biol, podio tutto italiano


Gli extravergini italiani sbancano la XVIII edizione del Premio Biol, la kermesse che pone a confronto in Puglia i migliori oli bio al mondo.
 E’ l’extravergine ‘Titone Dop Valli Trapanesi’ dell’azienda Titone di Trapani a vincere il titolo, risultando il migliore assoluto dell’ultima annata tra i 360 oli in gara giunti da 15 Paesi.
A seguire altri due italiani: il fiorentino ‘Byodo Collezione Andrea’ prodotto dalla Pruneti, ed il siracusano ‘Terraliva’ dell’Azienda Frontino.
Ad aggiudicarsi il Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e consumo) lo spagnolo ‘La Organic’, dalla caratteristica forma a calamaio. Premio BiolKids, assegnato dalla giuria dei bambini, allo sloveno ‘Morgan’. Il premio Biol Puglia va al ‘Piantatella’ dell’omonima azienda di Statte, mentre il ‘Tenuta Arcamone’ prodotto a Bitritto da De Carlo si aggiudica il riconoscimento tematico per la miglior coratina. Entrambi si sono classificati tra i primi dieci, fascia in cui hanno spiccato anche oli esteri come il portoghese ‘Risca Grande’ e lo stesso sloveno ‘Morgan’.
La proclamazione dei vincitori è avvenuta a Castel del Monte, con i 600 bambini del BiolKids: progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio degli oli bio ha coinvolto 24 classi delle scuole primarie di tutte le province pugliesi e anche i coetanei di Maisach, in Baviera, formando un baby panel che in mattinata ha affiancato i giurati internazionali per assegnare l’olio più piacevole per i giovani palati. I 350 oli in concorso provengono da Arabia Saudita, Argentina, Cile, Germania, Grecia, Israele, Libano, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia, Marocco e Francia – quest’ultime due al debutto – oltre all’Italia. Il Premio Biol è patrocinato da Ifoam e AgriBio Mediterraneo e promosso da Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari e Città di Andria, in collaborazione con Gal Le Città di Castel del Monte, Gal Murgia Più, Associazione BiolItalia, Consorzio Puglia Natura, Acu.


Pubblica un commento