Meno made in Italy sullo scaffale

crollata attorno alle 300mila t la produzione di olio di oliva


OL_13_02_olio_e_verdura

Il maltempo ha tagliato i raccolti.  Nel 2015 negli scaffali dei supermercati ci sarà meno olio di oliva italiano (-35%), meno agrumi (-25%), meno vino (15%) e meno miele (50%). E’ l’allarme di Coldiretti sugli effetti del crollo dei raccolti made in Italy, che ha concorso a determinare un calo del Pil agricolo in termini congiunturali per il terzo trimestre consecutivo, sulla base dei dati Istat. La produzione di miele di acacia, castagno, agrumi e millefiori è quasi dimezzata per effetto del clima, ma se la vendemmia si è classificata come la più scarsa dal 1950, con una produzione di vino attorno ai 41 milioni di ettolitri, quella di olio di oliva è crollata attorno alle 300 mila t.


Pubblica un commento