Due giorni sull’innovazione di processo e di prodotto

Mirano alla qualità e all’aumento di efficienza le novità più interessanti per il settore estrattivo dal mondo della ricerca. Il trasferimento tecnologico riguarda anche l’utilizzo e la valorizzazione dei sottoprodotti del frantoio


innovazione

Nasce con l’obiettivo di fornire un ambito di scambio e integrazione tra ricerca pubblica e privata, a vantaggio di tutti gli attori della filiera olivicolo-olearia, il convegno “Innovazione di processo e di prodotto nella filiera olivicolo-olearia italiana” che si terrà a Spoleto il 7 e 8 Aprile, organizzato dall’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio e dal Comune di Spoleto. Il convegno rappresenta il secondo appuntamento della rassegna triennale Olivolio, un momento di confronto tra tecnici e produttori, finalizzato a condividere le prospettive di sviluppo di un settore economico importante per il nostro paese come quello olivicolo.
Il convegno si articola su due giornate. La prima sarà dedicata principalmente alle novità scientifiche e tecnologiche nel processo di estrazione dell’olio e nella utilizzazione dei sottoprodotti del frantoio. Il secondo giorno alcuni imprenditori di rilievo della filiera presenteranno le innovazioni più importanti che hanno introdotto nelle loro aziende, e condivideranno i risultati delle loro esperienze di miglioramento della tecnica estrattiva e di commercializzazione di prodotti e sottoprodotti della fase di estrazione.

Leggi l’articolo completo su Olivo e Olio n. 2/2017  L’Edicola di Olivo e Olio


Pubblica un commento