Alta qualificazione per la filiera olivicola-olearia: un corso a settembre

Aperte le iscrizioni per il Corso internazionale “Dall’olivo all’olio”, organizzato da Onaoo e Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio.


corso

Contro la la crisi del comparto olivicolo nazionale, particolarmente colpito dai cali produttivi degli ultimi anni, la filiera deve necessariamente sfruttare le opportunità offerte dalla crescente evoluzione tecnologica, in particolare nel settore estrattivo, e dalla richiesta dei mercati di un alimento dalle preziose caratteristiche organolettiche e nutrizionali. In molte aree olivicole è necessario introdurre innovazioni sostanziali, ristrutturando e razionalizzando gli impianti tradizionali esistenti e far crescere le produzioni riconvertendo, laddove possibile, verso una olivicoltura moderna in grado di produrre e sostenere la competitività sui mercati locali e globali.

Nel contesto di rinnovamento della filiera sono più che mai fondamentali le iniziative di aggiornamento tecnico dei professionisti del settore e la formazione di nuovi operatori sulle tematiche più attuali e rilevanti nel mondo oleicolo. Proprio con questo obiettivo è stato siglato un accordo triennale di partenariato tra l’Organizzazione nazionale assaggiatori olio di oliva (Onaoo) e l’Accademia nazionale dell’olivo e dell’olio, la cui principale finalità è quella di organizzare corsi di formazione e di aggiornamento professionale su temi di attualità riguardanti la filiera olivicolo-olearia, quali la gestione dell’oliveto, la gestione del frantoio, la valutazione analitica e sensoriale dei prodotti dell’olivicoltura e la loro valorizzazione.

Si tratta di un importante progetto di collaborazione che accresce l’offerta formativa di Onaoo e dell’Accademia. Con questa collaborazione si guarda anche oltre i confini nazionali: l’olivicoltura si estende su oltre 10 milioni di ha nel mondo, e l’olivo rappresenta la coltura arborea da frutto più estesa nella zona temperata. L’Italia rimane uno dei maggiori produttori insieme ai paesi afferenti al bacino del Mediterraneo, dove, per le condizioni climatiche, si concentra la produzione olivicola globale; ma l’olivicoltura si è ormai affermata, seppure con produzioni tuttora poco rilevanti a livello mondiale, anche in molte altre aree del mondo. Per questi motivi le attività formative frutto della collaborazione tra le due istituzioni intendono rivolgersi sia a partecipanti italiani che internazionali.

Un corso formativo internazionale

Il primo prodotto dell’accordo è la costituzione del corso di Alta Qualificazione “Dall’olivo all’olio: Corso internazionale di olivicoltura, elaiotecnica e analisi sensoriale dell’olio di oliva”. In programma dall’11 al 15 settembre 2017, con una settimana intensiva tra lezioni e sessioni pratiche e di laboratorio, il corso si propone di fornire le basi di conoscenze teoriche e pratiche sulla gestione dell’oliveto e del frantoio e di introdurre alle tecniche di analisi sensoriale dell’olio con particolare attenzione agli aspetti che legano le pratiche colturali alle caratteristiche qualitative del prodotto. Il corso si rivolge ai soggetti coinvolti nella filiera olivicolo-olearia (produttori olivicoli, frantoiani), professionisti (agronomi, tecnologi alimentari, biotecnologi, analisti sensoriali), studenti universitari, e operatori commerciali della filiera. L’ampio spettro delle tematiche che verranno affrontate rendono il corso ideale per coloro che abbiano uno specifico interesse nell’apprendere ed approfondire le conoscenze sulla biologia dell’olivo, sulle pratiche colturali necessarie per ottimizzare quantità e qualità della produzione, nonché sul processo di trasformazione delle olive in olio, conservazione e packaging del prodotto e trattamento dei sottoprodotti derivati. Il corso sarà in italiano, con traduzione simultanea in inglese.

Il Corso internazionale di olivicoltura, elaiotecnica e analisi sensoriale dell’olio di oliva “Dall’olivo all’olio” si terrà dall’11 al 15 settembre 2017, presso la sede di Onaoo (Via Tommaso Schiva 29, 18100 Imperia, Italia) e consisterà di 40 ore di didattica, di cui 28 ore di lezioni teoriche e 12 ore di sessioni pratiche.

 

Scarica il programma completo del corso

 


Pubblica un commento