DIETA MEDITERRANEA –

La stampa anglosassone si arrende alla Spagna e alla sua cucina. Wall Street Journal, New York Times e Forbes accreditano la studio condotto da medici e ricercatori spagnoli sui benefici della dieta mediterranea

Bevi olio e vivrai in eterno

olio_oliera_basilico_pepe

Uno vasto studio clinico realizzato in Spagna dimostra che una dieta ricca di olio d’oliva ha effetti benefici contro ictus e altri disturbi cardiovascolari. Lo studio, durato cinque anni, è stato realizzato su 7.447 persone di età compresa tra 55-80 anni e soggette a malattie cardiovascolari. È stato condotto da medici e ricercatori operanti in ospedali e università di Barcellona, ​​Vitoria, Malaga, Madrid, Palma di Maiorca, Valencia, Pamplona e Siviglia.

Secondo le conclusioni, una dieta basata sul consumo di verdura, frutta, cereali, legumi, pesce e olio extra vergine di oliva riduce fino al 49% il rischio relativo di subire un ictus rispetto a persone che seguono una dieta ricca di grassi.

La ricerca spagnola, pubblicata sul New England Journal of Medicine, si è guadagnata il rispetto e la lode dalla maggior parte della stampa anglosassone, molto critica negli ultimi mesi con la Spagna.
Ecco alcune delle dichiarazioni di questi giornali:

Wall Street Journal: “La dieta a base di olio d’oliva, tiene lontani gli attacchi di cuore.”

E Steven Nissen, presidente del dipartimento di medicina cardiovascolare alla Cleveland Clinic ha sottolineato che l’effetto preventivo della dieta è simile all’assunzione di statine, i farmaci che abbassano il colesterolo.

New York Times: “Circa il 30% degli attacchi cardiaci, ictus e decessi per malattie di cuore può essere evitato nelle persone ad alto rischio se passano alla dieta mediterranea.”

Forbes: “Olé, così il nuovo studio spagnolo dovrebbe cambiare la vostra dieta”


Pubblica un commento